Caratteristiche

Pocket

Le caratteristiche proprie dell’Arte Marziale Cinese la rendono uno strumento idoneo a formare e mantenere diversi aspetti propri della vita del Praticante. Si usa dire che una Disciplina Marziale è completa quando non dimentica di coltivare tre aspetti: il combattimento; il benessere; la cultura/filosofia.

Quando la pratica è tesa al parallelo sviluppo di questi elementi allora si è rispettato quelle che sono le caratteristiche proprie della Disciplina e la “Via” si sta creando.

Praticando e rispettando le caratteristiche della “Via”, l’Arte Marziale diventerà un percorso esperenziale che ci aiuterà nella nostra ricerca. Numerosi i campi che per sua natura il Wushu Kung Fu ci porterà ad analizzare:

  • Il Kung Fu-Wǔshù come Difesa Personale
    Essendo nate come Disciplina Militare per poi diffondersi a livello popolare, le Arti Marziali cinesi hanno come aspetto predominante, seppur non l’unico, il carattere di disciplina per eccellenza per l’autodifesa, nei secoli perfezionata al punto da divenire uno dei metodi più completi ed efficaci di combattimento.
  • Il Kung Fu-Wǔshù come Esercizio Salutare
    La pratica delle Arti Marziali è da sempre considerata un tipo di esercizio per il mantenimento della salute, sia per le caratteristiche stesse dei movimenti che favoriscono in generale il mantenimento della forma fisica, sia per la componente respiratoria e di presa di coscienza delle proprie energie e facoltà mentali.
  • Il Kung Fu-Wǔshù come ricerca dell’Equilibrio
    In qualità di arte vera e propria il Wushu è caratterizzato, in accordo con le sue radici filosofiche, dalla profonda ricerca del conseguimento dell’equilibrio psico-fisico, creando l’esatta armonia tra sfera fisica e sfera spirituale.
  • Il Kung Fu-Wǔshù come Disciplina del Corpo
    L’equilibro tra sfera psichica e sfera fisica si raggiunge attraverso la cura del fisico e delle prestazioni atletiche in perfetto equilibrio con la cura delle facoltà spirituali.
    Una buona preparazione fisica, oltre che garantire la salute e la qualità della vita, consente all’organismo di poter affrontare il lungo viaggio attraverso le Arti Marziali nel modo ottimale.
  • Il Kung Fu-Wǔshù come Disciplina della Spirito
    La ricerca dell’ “Io”, delle proprie facoltà mentali, la conoscenza e il controllo dei sentimenti e delle passioni, l’attraversamento della sfera psichica per un buon autocontrollo ed una padronanza del carattere sono elementi fondamentali del concetto di “Arte Marziale”, al fine di creare il necessario equilibrio, l’armonia tra Yīn (阴) e Yáng (阳).
  • Il Kung Fu-Wǔshù come Effetto Artistico
    Sin dall’antichità, a fianco all’aspetto puramente pratico e morale delle Arti Marziali, la grande cultura cinese non ha mai disdegnato un’accurata ricerca del senso estetico; il sodalizio tra Arte Marziale e coreografia è tuttora mantenuto intatto nell’affascinante eleganza di molte delle sequenze tecniche del Wushu.
  • Il Kung Fu-Wǔshù come sviluppo della Moralità
    L’intenso lavoro che il buon praticante affronta, la fiducia per il Maestro, l’amicizia e la solidarietà verso i compagni di allenamento, coltivano lo sviluppo del senso della Moralità nelle Arti Marziali, sostenuto dall’etichetta e la regola alla quale il praticante volontariamente si sottopone, nella consapevolezza delle proprie capacità e dei propri limiti, creando ambienti di persone sane moralmente, non desiderose di prevaricare pur non perdendo il legittimo spirito agonistico.
  • Il Kung Fu-Wǔshù come Disciplina Sportiva
    Ed infine l’aspetto forse più appariscente delle Arti Marziali, quello che più frequentemente viene osservato dal largo pubblico: l’aspetto sportivo, di competizione agonistica, pur non essendo l’aspetto principale delle Arti Marziali cinesi è tuttavia il banco di prova di molti appassionati ed atleti.
    Regolato attualmente dai regolamenti emanati dalla Federazione Internazionale ( IWuF ), il settore sportivo delle Arti Marziali cinesi prevede competizioni di alto profilo tecnico che si dividono nella categoria del combattimento sportivo o “Sanshou” (散手) e nella categoria delle forme o “Tàolù” (套路), con o senza armi.

A tal fine è importante sottolineare la sostanziale differenza intercorrente tra il sistema di pratica di tipo marziale tradizionale, molto lontano dal concetto di “Sport”, e finalizzato all’autodifesa e alla ricerca dell’equilibrio psicofisico, con assai sviluppata la componente spirituale dell’aspetto di “Arte” vera e propria, e il sistema di pratica di tipo sportivo del moderno Wushu, che si presenta invece con le caratteristiche di vera e propria disciplina sportiva di tipo agonistico.